wpe8D.jpg (6549 byte)

CARTA A MANO: COME FARE

 

Prendete la carta da riciclare e tagliuzzatela a pezzettini: se in ufficio avete un "trita-documenti" la parte più "noiosa" è ben risolta e, come si suol dire, "prendete due piccioni con una fava": avete la carta riciclata e il lavoro già fatto!!!
Mettete a bagno, in un contenitore, i pezzettini di carta e lasciateli a mollo per una notte.
Prima di iniziare preparate le tavolette per la pressatura: stendete su una tavoletta un panno inumidito e tenete a portata di mano l'altro panno (sempre inumidito) e l'altra tavoletta.

cmcartatagliata1.jpg (21682 byte)

cmrealizzaz1.jpg (16226 byte)

Scolate i pezzettini, mettetene una manciata nel frullatore e riempitelo di acqua (indicativamente una parte di carta e quattro di acqua... oppure fate "a occhio", come abbiamo fatto noi!). Tritateli fino a che non ci sono più pezzettini interi, ma attenzione a non sminuzzarli troppo: più vengono triturati, più la carta sarà fragile; se si lasciano troppo grossi, si vedranno poi i pezzettini interi. A seconda del tipo di carta, delle dimensioni dei pezzettini e del frullatore bisognerà tritarli più o meno a lungo. Ripetete l'operazione con altre manciate... almeno tre o quattro.

Mettete una parte della "pappetta" ottenuta nella vaschetta con un po' di acqua: il tutto deve essere sufficiente a coprire abbondantemente lo spessore del setaccio e della cornice (uno sopra l'altro). Se volete, a questo punto, potete dare una spolverata di colla da tappezziere sulla superficie dell'acqua (soprattutto se la qualità della carta usata non è buona). Agitate bene con le mani.

cmrealizzaz2.jpg (9637 byte) cmrealizzaz3.jpg (21750 byte)

Prendete la cornice e mettetela sopra il setaccio tenendoli bene uno contro l'altro. Immergeteli nella vaschetta di taglio: partendo da un lato fateli immergere, cercando di farli "scorrere" sul fondo della vaschetta. Una volta immersi squoteteli leggermente e lentamente tirateli su, fino al pelo d'acqua: verificate che la quantità di "pappetta" sia omogenea su tutta la superficie della cornice, altrimenti ripetete tutta l'operazione (se la "pappetta" è poca, soprattutto se siete al secondo o terzo foglio, aggiungetene altra nella vaschetta).

cmrealizzaz4.jpg (27938 byte)

cmrealizzaz5.jpg (11151 byte)

cmrealizzaz6.jpg (11925 byte)

cmrealizzaz7.jpg (14291 byte)

cmrealizzaz8.jpg (15756 byte)

cmrealizzaz9.jpg (16222 byte)

Appoggiate il setaccio ai bordi della vaschetta e fate scolare l'acqua.
Togliete la cornice e rovesciate il setaccio sopra la tavoletta con il panno umido; passate la spugnetta sul retro del setaccio per togliere l'acqua in eccesso. A questo punto sollevate piano piano il setaccio partendo da uno dei lati più corti: fate attenzione che il foglio non si "rompa", nel caso appoggiate immediatamente il setaccio e passate ancora la spugna... l'impasto deve rimanere sulla tavoletta senza crepe.

cmrealizzaz10.jpg (11842 byte)

cmrealizzaz11.jpg (11986 byte)

cmrealizzaz12.jpg (13006 byte)

cmrealizzaz13.jpg (12411 byte)

Per evitare "otturazioni", pulite subito il setaccio appoggiandolo al rovescio a pelo d'acqua e muovendolo leggermente.
Coprite con l'altro panno umido e mettete sopra l'altra tavoletta: ora dovete pressare le due tavolette per far uscire definitivamente l'acqua. Potete mettere per terra dei fogli di giornale, appoggiarvi sopra le tavolette e... salirci con i piedi; oppure potete usare dei morsetti, stringerli per un pochino e poi toglierli.
Dopo la pressatura, togliete la tavoletta superiore e con delicatezza togliete anche il panno umido: il foglio rimarrà attaccato al panno sottostante, che dovrete mettere sopra a un po' di fogli di giornale e aspettare che si asciughi.

Una volta asciutto... dovete staccare il foglio di carta a mano dal panno, partendo da un angolo e facendo molta attenzione agli strappi!
Se il foglio è un po' ondulato, mettetelo per un po' in mezzo a dei libri.

cmrealizzaz14.jpg (17676 byte)

cmrealizzaz15.jpg (15506 byte)

Questo è il procedimento base... se volete ottenere della carta colorata dovrete aggiungere del colorante nella vaschetta; per un risultato più "naturale" potete invece aggiungere un "frullato" di foglie e/o fiori freschi.
Se invece volete inglobare delle foglie o dei fiori nel foglio, dovete preparare un foglio molto sottile utilizzando solo il setaccio (senza la cornice); appoggiatelo alla tavoletta, mettete le foglie o i fiori, preparate un altro foglio sottile (come il primo) e sovrapponetelo al primo; procedete con la pressatura e, una volta tolto il panno superiore, grattate un pochino i margini con l'unghia, per sbriciolarli (serve a evitare che il foglio si strappi quando si stacca); lasciate asciugare come al solito.

cmfiori.jpg (18731 byte)

 

cosa serve -  setaccio - realizzazioni

 

cosa serve frecia_sx.gif (1097 byte)  -  freccia_back.gif (1090 byte) setaccio 

torna in alto - carta a mano - hobbies

home - @